I Workshop del 2017

The Japan culture through its traditional costume

Japan and its traditional costumes. The elegance of gestures and the language of details. A short passage in this costume’s history and its use in modern life, the fascination of the floating world, the ikicolours, li the reysh green or many others. The love for the environment and the deep respect for its rhythm and its beauty.


Vai al workshop

Nascita e morte di un videoclip verde

Tutto quello che il verde significa, evoca, risveglia, lo useremo come ponte per unire le proposte, le idee di ognuno, i progetti, i sogni e per comporre e realizzare un piccolo film musicale con musicisti e attori che interpreteranno tutti i risvegli possibili. Simuleremo che Pantone 150343 Greenery sia il nostro sponsor che ci permette di realizzare i nostri progetti purché compaia con moderazione da protagonista.


Vai al workshop

Verde come la Terra

Verde Come La Terra. Workshop di riconnessione creativa a madre terra. Il workshop prevede sessioni creative sul colore in aula e sessioni outdoor indispensabili per riconnettersi a madre terra e reperire il materiale necessario per portare avanti il proprio lavoro creativo.


Vai al workshop

Minimondi: dillo con un Retablo

Babas ti guida nella creazione di un retablo: un minimondo per dire una cosa che per te è importante. Il retablo è un piccolo diorama nel quale vive una scena tridimensionale accompagnata da un titolo; una scatola magica, un altarino personale, un mezzo di comunicazione tra te e il mondo.


Vai al workshop

Greenery, il coraggio del verde

il programma Greenery, il coraggio del verde, si svolge a partire da una catena associativa di parole, in parte proposte dai tutor in parte integrate dagli studenti rispetto alla quale in gruppo si procede ad un brainstorming scrittografico che sviluppi le implicazioni del concetto di verde nel senso più esteso del termine, spaziando in maniera libera con catene associative tra varie categorie e producendo differenti elaborati finali (video, prototipi, tessuti, grafiche, installazioni, etc ).


Vai al workshop

Primum virere

Cosa dovrebbero contenere le Pagine Verdi della città di Roma? Una indagine senza confini disciplinari, sul campo e nella rete, alla ricerca di tutto ciò che, strictu sensu, ma soprattutto per analogia e “somiglianza”, appartiene alla sfera del “verde”, un gioco capace di attivare il pensiero laterale, cavalcando le montagne russe dell’associazione libera e inventando inediti criteri ordinativi, che sappia mettere insieme le foglie di acanto dei capitelli corinzi e le divise dei militari che presidiano le fermate della metropolitana, il marziano di Flaiano e le derive Stalker, gli orti urbani, le invasioni di critical mass, l’ufologia radicale, il culto di Priapo, il ramo d’oro di Enea, Apollo e Dafne, le cravatte della Lega Nord, la gelosia (“mostro dagli occhi verdi”)… Tutto il materiale raccolto sarà elaborato e riproposto sotto forma di visual book.


Vai al workshop

It’s not easy being green

L’obiettivo del workshop è la realizzazione di un videoclip musicale - in versione PANTONE 15-0343 Greenery - per la celebre canzone del 1969 “It’s not easy being green”, un’inno all’accettazione di sé, alla difesa delle diversità e - nelle versioni più recenti - all’ambientalismo.


Vai al workshop

GROWTH – a simple process, a complex matter

Growth patterns inspired by nature will be examined in depth. Many aspects of natural patterns will be explored, like fractals and the Fibonacci Sequence- specifically how they are used in design and science. Tools like the folding techniques used in origami will be studied and applied to create a collaborative large installation.


Vai al workshop

Il dizionario condiviso: le parole della Sharing Economy

La società plasma il linguaggio, ma anche il linguaggio plasma la società. E oggi viviamo sempre più nella società della condivisione: un nuovo mondo abitato da una nuova specie, che avrà bisogno anche di nuove parole per definire al meglio il suo stile di vita.


Vai al workshop

“Fantastiche Creature”: concept, scultura e creazione digitale in Green (chroma)

Il workshop affronterà tutti i passaggi creativi, artistici e realizzativi della creazione di “creature fantastiche”. I partecipanti realizzeranno concept grafici, illustrati, "scolpiti" e digitali per character destinati al cinema, ad exhibit e a performance artistiche e spettacolari, con tecniche di Hybrid concept.


Vai al workshop

Parole a colori (Film Verde)

Kieslowski realizzando la celebre trilogia sui colori della bandiera francese, ha indagato sugli ideali della rivoluzione francese: libertà, uguaglianza, fraternità. Il 2017 è l’anno del verde e ci proponiamo di proseguire l’esperimento realizzando un quarto studio multidisciplinare sul colore.


Vai al workshop

“Le Due Esmeralde”: un mondo verde da costruire

Partendo dalla città verde di Esmeralda (Il Mago di Oz) e dalla città acquatica di Smeraldina (Le Città Invisibili di Calvino), i ragazzi verranno coinvolti nella realizzazione di più progetti (prototipi, modelli tridimensionali, collages, sculture, stampe calcografiche e assemblaggi) attraverso la sperimentazione di tecniche manuali e la ricerca e il recupero in prima persona dei materiali a loro necessari.


Vai al workshop

Realizzare libri con carta trovata in giro

Partendo dalla locuzione avere il pollice verde, ogni studente comporrà un vero e proprio libro cartonato (rilegato con filo) e successivamente, un libretto pop up con una narrazione: entrambi con scarti cartacei, tenendo presente la filosofia del recupero, realizzando così “libri col pollice verde”.


Vai al workshop